Sportgiocando

 

 

  Sportgiocando

 Lo sport, ed in genere l'attività motoria ricreativa, fa parte del costume della nostra società e, con il passare del tempo, assume un ruolo sempre più importante nella vita quotidiana. Non sempre però la pratica sportiva è a disposizione di tutti, sia per le condizioni ambientali e sociali, sia per la mancanza di adeguate strutture sportive. Per questo motivo si rende indispensabile l'intervento dell'ente pubblico a sostegno di questa attività.    L'Amministrazione Provinciale di Arezzo è da tempo impegnata a sostenere lo sport nelle varie forme contribuendo fattivamente alle richieste che provengono dagli enti locali, dal territorio e dalle scuole.

    Il progetto "Sportgiocando", che interessa le scuole materne e primarie del territorio, è un ottimo supporto tecnico per l'attuazione della programmazione scolastica che coinvolge complessivamente la totalità dei Comuni della Provincia, gli Istituti comprensivi  pubblici e anche le scuole private.

 Per raggiungere le finalità proprie del Progetto, la Provincia si avvale della collaborazione del Provveditorato agli studi di Arezzo e del Comitato Provinciale del CONI che provvedono all'organizzazione del lavoro e curano gli aspetti didattici formativi legati all'attività motoria. La funzione di coordinamento tra i vari enti è ovviamente demandata alla Provincia che sostiene dal punto di vista finanziario il progetto, unitamente al CONI e al Ministero della Pubblica Istruzione e allo stesso tempo si impegna annualmente nella ricerca di sponsorizzazioni provenienti anche da realtà imprenditoriali private. Resta infine da sottolineare l'apporto delle singole Amministrazioni Locali nella fase elaborativa e più propriamente organizzativa, insieme ad un impegno economico a loro carico, naturalmente diversificato in ragione del numero di ore di lezione svolto.

 Va detto inoltre che "Sportgiocando" interessa circa 17.000 alunni e - per le sue dimensioni - costituisce il progetto pilota della promozione delle attività motorie in ambito scolastico a livello regionale.

 Qui sta il valore intrinseco di "Sportgiocando": conciliare la spontanea esigenza dei bambini di divertirsi attraverso giochi di movimento con l'altra loro esigenza, meno spontanea ma altrettanto fondamentale, della formazione e dello sviluppo delle loro capacità motorie.

 La nuova edizione riparte dunque da queste considerazioni in un momento difficile per le ristrettezze economiche imposte dalla congiuntura finanziaria e con l'allargamento del progetto a diverse scuole materne parificate che da tempo partecipano al progetto.

 39 sono pertanto i comuni interessati, 84 gli operatori di educazione motoria che affiancheranno gli insegnanti di ruolo per un totale che statisticamente supera 12.000 ore annue e per un onere complessivo quantificabile in oltre 200.000 euro.

 Dietro queste cifre naturalmente si cela un lavoro organizzativo assai complesso, che permette a tutti i soggetti istituzionali coinvolti di fare la propria parte garantendo a SPORTGIOCANDO un livello di crescita costante e un apprezzamento ancor più diffuso sia tra i bambini che nelle loro famiglie, le quali ormai considerano questa esperienza come un momento importante nel percorso didattico/formativo dei propri figli.

 Significativo l'apporto del CONI di Arezzo che intende offrire uno spazio ancor più significativo alle sue Federazioni, attraverso momenti di incontro con le varie discipline sportive che riguardano per lo più gli alunni frequentanti l'ultimo ciclo della scuola primaria. Si tratta dunque di una sorta di conoscenza da parte dei bambini con le molteplici opportunità offerte dal mondo sportivo organizzato.

 Né è da trascurare l'impegno economico da parrte di alcuni sponsor a favore dell'attività progettuale nella scuola primaria.

 In buona sostanza, il Progetto SPORTGIOCANDO si conferma come un momento davvero alto del ruolo della Provincia, quale Ente titolare di una competenza precisa come quella della promozione delle attività motorie in un ambito così specifico come quello della scuola e allo stesso tempo pone in primo piano il bambino, come vero unico protagonista di una esperienza esaltante.

 In effetti, il bambino ama conoscere giocando e, attraverso il gioco impara a conoscere meglio se stesso e il mondo che lo circonda.

 Egli possiede due potentissime armi espressive: la curiosità e la fantasia, che non vanno mortificate ma, anzi, esaltate e stimolate affinché lo aiutino a realizzare tutte le sue potenzialità.

 Per questa ragione il Progetto non basa tutto su un precoce tecnicismo ma utilizza una metodologia ludico-polisportiva che è finalizzata ad una sintesi tra l'educazione motoria e quella più propriamente sportiva.

 Sportgiocando dunque è ancora una volta al via, accompagnato dal contagioso entusiasmo dei tanti bambini delle scuole aretine e confortato dalla ferma volontà delle Istituzioni e della realtà sportiva del nostro territorio di procedere uniti a favore di un mondo, quello dell'infanzia, che va tutelato e sostenuto con azioni coerenti e puntuali.

 


CONTATTI:
Sede: Piazza della Libertà, 3 - 52100 Arezzo. Tel. 0575 3921
URP: Numero verde 800296613Numero verde 800296613
e-mail: urp@provincia.arezzo.it
PEC - Posta Elettronica Certificata: protocollo.provar@postacert.toscana.it
Codice IBAN: IT92S0539014100000000010098
Partita IVA: 00850580515
Codice Fiscale: 80000610511