Presentato in Consiglio regionale della Toscana il programma del Fair Play Menarini: “L’evento che unisce la bellezza dello sport con le bellezze del territorio”. Presenti molti campioni: Zico e Manuel Bortuzzo a Montevarchi; Franco Causio e Kaladze (diventato anche sindaco di una città della Georgia) a Castiglion Fiorentino.

26 Giugno 2019

Presentato nella Sala Barile del Consiglio Regionale della Toscana il programma della XXIII edizione del premio internazionale “Fair Play Menarini”, dedicato ai valori della correttezza, tolleranza e solidarietà nello sport. Il Presidente del Consiglio Eugenio Giani ha accolto il Sindaco di Montevarchi Silvia Chiassai Martini e il vicesindaco di Castiglion Fiorentino Davis Milighetti, con un ringraziamento particolare rivolto agli organizzatori del Fair Play, per essere diventato “un evento tra i più importanti dello sport che vive sopratutto nella provincia di Arezzo potendo contare anche sulle bellezze del territorio”

Dal 2 al 4 luglio, le locations di Castiglion Fiorentino, Montevarchi e Firenze ospiteranno infatti molti big dello sport mondiale per condividere le esperienze e il loro impegno in termini di fair play. “Sono doppiamente orgogliosa sia come Presidente della Provincia che come Sindaco di Montevarchi - afferma Silvia Chiassai Martini - di ospitare un premio che ha il merito di avere portato lo sport sul piano valoriale, permettendo di conoscere direttamente tanti grandi campioni anche nelle realtà più piccole della Toscana, come Montevarchi e Castiglion Fiorentino, ma non per questo di minore importanza. La piazza di Montevarchi, la sera del 2 luglio, accoglierà i campioni che si racconteranno al pubblico, tra i quali ci saranno anche Manuel Bortuzzo, il nuotatore balzato alla cronaca per quello sparo che lo ha ridotto sulla sedia a rotelle, ma capace di reagire con forza e coraggio diventando un esempio per tanti altri giovani. Ci sarà anche il noto ex calciatore brasiliano Zico che gli italiani ricordano sopratutto per l’incontro Italia-Brasile al Mondiale di Spagna ’82. Sul palco ci sarà anche il nostro Paolo Rossi, ormai valdarnese d’adozione, che in quella partita realizzò la tripletta che eliminò quel Brasile stellare”

“E’ ancora un onore ospitare questo premio a Castiglion Fiorentino – prosegue Devis Milighetti - perché dallo scorso dicembre abbiamo ottenuto il riconoscimento dell’Unione Europea di città del Fair play. Quindi abbiamo l’onere e l’onore di portare avanti questi valori e di trasmetterli anche ad altre città. Siamo l’unica città italiana ad avere acquisito questo titolo. Voglio ricordare la presenza a Castiglion Fiorentino, nella serata del 4 luglio, del campione del mondo Franco Causio, ma anche dell’attuale Sindaco di una città della Georgia Kaladze (ex giocatore del Milan) che verrà in Italia con la delegazione ufficiale. Nelle attività del 2 luglio, coinvolgeremo anche i nostri ragazzi e le società sportive del territorio per affermare proprio l’importanza e il valore dell’etica sportiva”

Martedì 2 luglio, l’apertura dell’evento con l’appuntamento di “Sport in piazza” dove, al Parco dei Pini di Castiglion Fiorentino, verrà allestito un vero “villaggio sportivo”. Alle ore 21, la città di Montevarchi (piazza Varchi) ospiterà il talk show “I campioni si raccontano” dove i protagonisti saranno proprio alcuni dei premiati dell’edizione che risponderanno alle domande degli appassionati e saranno a disposizione anche per firmare autografi . Mercoledì 3 luglio, dopo una serie di visite culturali ed enogastronomiche, avrà luogo la Cena di Gala nella splendida cornice fiorentina di Piazzale Michelangelo offerta dal title sponsor “Menarini”. Giovedì 4 luglio si terrà la cerimonia di premiazione, evento conclusivo della manifestazione in piazza del Municipio a Castiglion Fiorentino.